Le cose che mi piacciono

Io e gli altri diario Le cose che mi piacciono Paola Reggiani, Duccio e il mistero della musica telepatica, Feltrinelli 2 febbraio Papà dice che per far passare la malinconia devo pensare alle cose che mi piacciono e fare una lista. Allora ho fatto il quaderno delle liste. La prima che mi è venuta in mente è Lee! È arrivata dalla Cina in classe con noi in terza elementare. Ha imparato l’italiano in tre secondi e conosce i nomi di tutti i fiori. LISTA DELLE COSE CHE MI PIACCIONO DI LEE • Ride senza fare troppo rumore • È un fenomeno in matematica • Gioca senza litigare mai • Non si offende mai quando la prendiamo in giro • Mangia benissimo con le bacchette Ieri fuori da scuola mi ha rincorso e mi ha messo in mano un vaso con dentro un gambo verde un po’ spiaccicato, davvero molto bruttino. Dice che si chiama Amarillis e che cresce velocissimo. Non è il mio compleanno e Lee mi ha fatto un regalo. WOW! 15 febbraio Hi, ormai non sei più il quaderno delle liste. Voglio darti un nome! Come ti chiamo? LISTA DEI NOMI POSSIBILI • Zlatan… mmm… no, non sono convinto • Ti piace Zoc? Mica male! No eh? • Pio Primo? • Gino Lista? Secondo me devi avere il nome di uno che sa tenere la bocca chiusa, il lucchetto ben serrato. IDEA!!! La maestra di italiano ci ha detto che ogni cosa ha il suo dio o dea. Vediamo se ha ragione: digito su Google la parola DEA DEL SILENZIO. Invio… cavolo, la maestra aveva ragione! ANGERONA: DEA DEL SILENZIO, PROTETTRICE DEGLI AMORI SEGRETI, GUARITRICE DEL DOLORE E DELLA TRISTEZZA. Wow! È assolutamente perfetto! Scrivo Organizzate in classe la settimana di “LE COSE CHE MI PIACCIONO DI TE”. Ogni bambino attacca al suo banco una busta con il suo nome scritto sopra. I compagni hanno una settimana per scrivere su ciascuno almeno una cosa positiva. Alla fine ognuno avrà una lista degli aspetti che gli altri apprezzano. Confrontatevi quindi tra di voi: vi aspettavate di essere apprezzati dagli altri per le cose che hanno scritto?
Io e gli altri diario Le cose che mi piacciono Paola Reggiani, Duccio e il mistero della musica telepatica, Feltrinelli 2 febbraio Papà dice che per far passare la malinconia devo pensare alle cose che mi piacciono e fare una lista. Allora ho fatto il quaderno delle liste. La prima che mi è venuta in mente è Lee! È arrivata dalla Cina in classe con noi in terza elementare. Ha imparato l’italiano in tre secondi e conosce i nomi di tutti i fiori. LISTA DELLE COSE CHE MI PIACCIONO DI LEE • Ride senza fare troppo rumore • È un fenomeno in matematica • Gioca senza litigare mai • Non si offende mai quando la prendiamo in giro • Mangia benissimo con le bacchette Ieri fuori da scuola mi ha rincorso e mi ha messo in mano un vaso con dentro un gambo verde un po’ spiaccicato, davvero molto bruttino. Dice che si chiama Amarillis e che cresce velocissimo. Non è il mio compleanno e Lee mi ha fatto un regalo. WOW! 15 febbraio Hi, ormai non sei più il quaderno delle liste. Voglio darti un nome! Come ti chiamo? LISTA DEI NOMI POSSIBILI • Zlatan… mmm… no, non sono convinto • Ti piace Zoc? Mica male! No eh? • Pio Primo? • Gino Lista? Secondo me devi avere il nome di uno che sa tenere la bocca chiusa, il lucchetto ben serrato. IDEA!!! La maestra di italiano ci ha detto che ogni cosa ha il suo dio o dea. Vediamo se ha ragione: digito su Google la parola DEA DEL SILENZIO. Invio… cavolo, la maestra aveva ragione! ANGERONA: DEA DEL SILENZIO, PROTETTRICE DEGLI AMORI SEGRETI, GUARITRICE DEL DOLORE E DELLA TRISTEZZA. Wow! È assolutamente perfetto! Scrivo  Organizzate in classe la settimana di “LE COSE CHE MI PIACCIONO DI TE”.  Ogni bambino attacca al suo banco una busta con il suo nome scritto sopra.  I compagni hanno una settimana per scrivere su ciascuno almeno una cosa positiva.  Alla fine ognuno avrà una lista degli aspetti che gli altri apprezzano.  Confrontatevi quindi tra di voi: vi aspettavate di essere apprezzati dagli altri per le cose che hanno scritto?