La magia delle parole

Benvenuti in quarta! La magia delle parole Patricia MacLachlan, Una parola dopo l’altra, Rizzoli Certe cose arrivano con il quattro. In quarta elementare, il quarto giorno del quarto mese dopo le vacanze di Natale, una scrittrice famosa venne a incontrare la nostra classe. Si chiamava Ms. Mirabel. - Le storie che scrive sono vere? - chiese May. - Possono essere vere o non vere. Ma è lo stesso - rispose. - In tutti e due i casi hanno a che fare con la magia delle parole. Disse “parole” piano, quasi in un sussurro. Io, in quarta, vorrei incontrare questa persona famosa: Perché Leggendo, ho sentito e percepito la magia delle parole: quando mi hanno fatto immaginare personaggi o ambienti fantastici. quando mi sono state utili a esprimere quello che avevo “dentro”. quando ho imparato qualcosa di nuovo. quando mi hanno emozionato. quando ho sentito la musicalità di una poesia. quando mi sono divertito con i giochi di parole. quando mi sono servite a fare pace, ad avere nuovi amici, a conoscere gli altri. Disegna nel riquadro una parola che, per te, è magica. Dopo spiega perché l’hai scelta.
Benvenuti in quarta! La magia delle parole Patricia MacLachlan, Una parola dopo l’altra, Rizzoli Certe cose arrivano con il quattro. In quarta elementare, il quarto giorno del quarto mese dopo le vacanze di Natale, una scrittrice famosa venne a incontrare la nostra classe. Si chiamava Ms. Mirabel. - Le storie che scrive sono vere? - chiese May. - Possono essere vere o non vere. Ma è lo stesso - rispose. - In tutti e due i casi hanno a che fare con la magia delle parole. Disse “parole” piano, quasi in un sussurro. Io, in quarta, vorrei incontrare questa persona famosa:   Perché     Leggendo, ho sentito e percepito la magia delle parole:    quando mi hanno fatto immaginare personaggi o ambienti fantastici.   quando mi sono state utili a esprimere quello che avevo “dentro”.   quando ho imparato qualcosa di nuovo.   quando mi hanno emozionato.   quando ho sentito la musicalità di una poesia.   quando mi sono divertito con i giochi di parole.   quando mi sono servite a fare pace, ad avere nuovi amici, a conoscere gli altri. Disegna nel riquadro una parola che, per te, è magica. Dopo spiega perché l’hai scelta.