Non ho bisogno di nessuno!

NARRATIVO REALISTICO Affetti e emozioni Non ho bisogno di nessuno! Lucia Tumiati, La pace è bella, Giunti Junior STRATEGIE! Trovi in un testo una parola sconosciuta? Ricordati che puoi capirne il significato rileggendo attentamente la frase in cui è inserita e anche le frasi che la precedono e la seguono. Lessico Nella frase neppure la mamma invocata riesce a salvarlo , invocata vuol dire: chiamata. perduta. conosciuta. lontana. Controlla sul dizionario. Quale parola devi cercare? ..................................................... Avevi compreso il significato? Che cosa te lo aveva fatto capire? ....................................... ..................................................... ..................................................... 104 Mi sono messo a leggere un racconto strano. Parla di due fratelli che litigano sempre e allora con avidità mi sono addentrato nella storia. Perbenino e Talentuccio, così si chiamano i due bambini. Pensavo a Luca e me, o Luca e Sandro Perbenino è gentile, l altro è sempre arrabbiato (sono io?). Un giorno Talentuccio si infuria talmente che esce di casa dicendo che lui non ha bisogno di nessuno, tantomeno del fratello. Corre e si trova in un bosco. Parla a voce alta e dice proprio così: Io, signori, non ho bisogno di nessuno! Tutto preso dalla lettura mi domandavo io cosa avrei fatto al suo posto. Quando leggo mi trasformo nel personaggio principale. Ma Talentuccio, correndo nel bosco, fra gli alberi, e dicendo che non ha bisogno di nessuno, si sente strappare via i vestiti, le scarpe e poi le braccia, le gambe, e si ritrova solo con le sue lacrime attaccate a un cespuglio (le lacrime, come le parole, quelle sono proprio sue). Neppure la mamma invocata riesce a salvarlo. Ho chiuso il libro sbalordito che si potessero inventare storie così. Ma poi sono rimasto a lungo a riflettere, per capire cosa volesse dire quella storia. sbagliato litigare con i fratelli? sbagliato pensare che si può fare tutto senza l aiuto di qualcuno? Nessuno è completamente autonomo e dipendiamo per forza da tante persone, da tante storie, da tante cose? Non bisogna essere orgogliosi? Gli scrittori inventano storie così per farci paura o per aiutarci? Babbo, a cosa servono i libri? Il babbo è solo nel suo studio e mi guarda sorridendo. Nel suo studio di libri ce ne sono tanti. I libri servono a tante cose. Ma quanti sono i libri nel mondo? Molti milioni. Ogni popolo ha i suoi libri e nei libri c è la
Non ho bisogno di nessuno!