Primo Rebaldo

Primo Rebaldo Marcello Argilli, Alla signorina Elle con tanto affetto, Fatatrac Un giorno, traversando una strada Primo Rebaldo si accorse che il semaforo segnava rosso, e subito accorse un vigile. Sei passato col rosso, disse il vigile severamente, devo farti una contravvenzione, ed estratto il blocchetto delle multe, chiese: Come ti chiami? Cognome e nome! Intimorito, Primo Rebaldo rispose balbettando: Re baldo Pri mo. Neanche l aveva detto che il vigile lo vide trasformarsi nel giovane re Baldo Primo, con la corona sulla testa, il manto di ermellino sulle spalle e lo scettro in pugno. Maestà, abbia pietà di me balbettò il vigile non intendevo offenderla. La scongiuro, non mi faccia arrestare. Primo Rebaldo proseguì tra la gente che si inchinava riverente, ma a lui d essere re non interessava, i sovrani non gli piacevano neanche nelle fiabe e, pronunciato tutto intero il suo nome, tornò ad essere Primo Rebaldo. Meglio vivere da semplice cittadino, si disse: invece di sudditi riverenti e onori reali preferisco avere degli amici leali Fu allora che gli venne quell idea. Pensando alla parola leali , si chiese se oltre ad avere amici leali sarebbe stato bello avere anche le ali. Ma sì disse voglio le ali! Subito gli spuntarono le ali, e spiccato il volo, se ne andò in giro a vedere il mondo. RACCONTO UMORISTICO Nel mondo della fantasia Comprendo Elementi di coesione Rileggi la frase sottolineata nel testo. Chi aveva detto? ................................................. Che cosa aveva detto? ................................................. SCOPRO IL TESTO Quali tra i seguenti ingredienti del testo umoristico sono presenti nel brano? Incomprensioni che si basano su giochi di parole. Situazioni assurde. Personaggi con strane caratteristiche fisiche. Secondo te, questo è un racconto: umoristico realistico.  umoristico fantastico. Perché? ........................................................................... .......................................................................................... 87

Primo Rebaldo