Un tappeto molto speciale

Cose dell'altro mondo narrativo fantastico Un tappeto molto speciale Jodie Brownlee, Ruby e il tappeto magico, Piemme Junior Nel giorno del suo compleanno, Ruby riceve una lettera dalla nonna, esperta viaggiatrice, e scopre così che in soffitta c’è qualcosa che la trasporterà molto lontano… Di colpo, si udì un fruscio in soffitta. La ragazza si irrigidì e si voltò lentamente. Sospeso in aria proprio dietro di lei, quasi volesse sbirciare alle sue spalle, c’era… il tappeto persiano. Ruby soffocò un grido e il tappeto si ritrasse, ricadendo sul pavimento e sollevando una nube di polvere. Ruby non si mosse e il tappeto rimase sul pavimento, perfettamente immobile, come se non si fosse mai spostato di lì. Come tutti gli altri oggetti nella stanza, aveva un’aria antica: la trama aveva un disegno simmetrico di rami arricciati, fiori, frutti e foglie, intorno a un complesso motivo circolare. Per quanto liso e sbiadito, conservava ancora un che di regale che colpiva l’occhio di chi lo guardava. Sembrava emanare una delicata luce rosa e il resto della stanza, in confronto, appariva scialbo. Ruby gli si inginocchiò accanto. Un tappeto magico! Ecco il regalo di compleanno di cui le parlava sua nonna nella lettera. - Ciao, io sono Ruby - disse, sentendosi subito un po’ sciocca all’idea di parlare con un tappeto. Si alzò e gli girò intorno intimorita, chiedendosi come avrebbe reagito. Ma il tappeto non reagì. Ruby si fermò, le mani sui fianchi. Gli diede un colpetto con un piede: il tappeto rimase immobile. Allora allungò un braccio e lo toccò con un dito. Niente. Lo afferrò per un angolo, lo agitò su e giù e lo lasciò cadere. Ancora niente. - Per essere un tappeto magico, non sembri poi così magico - concluse. Il tappeto si lanciò in aria con un tale impeto da farla cadere a terra. Quindi, con una scrollatina di sfida, si posò di nuovo sul pavimento e cominciò a battere le frange sulle assi di legno. Ruby sentì il cigolio del letto al piano di sotto: sua madre si stava alzando. - Shhh! - sibilò, saltando sul tappeto per farlo tacere. Quello si mise a tremare sotto i suoi piedi. Ruby si accovacciò sorpresa, mentre il tappeto si sollevava lentamente da terra salendo sempre più in alto, fino a farle sbattere la testa contro il soffitto. Da quella posizione, la ragazza riusciva a vedere fuori dalla finestra la signora Pinkus che innaffiava le rose. Si appiattì trattenendo il fiato, chiedendosi come avrebbe fatto a sgattaiolare di nuovo a letto. Arretrò in fondo al tappeto, tenendosi aggrappata ai bordi. Calando una gamba, cercò il pavimento con le dita dei piedi, ma non riuscì a raggiungerlo. Sbirciò dal bordo. Come sospettava, era ancora troppo in alto: se fosse saltata giù, sua madre avrebbe sicuramente sentito il tonfo. Senza alcun preavviso, il tappeto fece un bel balzo in avanti e Ruby si aggrappò più forte. Il tappeto fece un altro scatto e uscì rapido dalla finestra. La ragazza strinse i denti e chiuse gli occhi. L’aria fresca del mattino le sferzò il viso mentre scendeva giù in picchiata verso il giardino della signora Pinkus, che nel frattempo si era chinata su una pianta di rose per ispezionarne attentamente le foglie. Poi si raddrizzò e il tappeto scartò verso l’alto, muovendosi su e giù come un cavallo imbizzarrito. La signora Pinkus rientrò in casa, ignara della scena che si stava svolgendo proprio al di sopra della sua testa. Rifletto sulla lingua Qual è il tempo verbale con cui vengono raccontati i fatti in questo testo? Imperfetto Passato remoto Presente Qual è il tempo con cui viene descritto il tappeto? Imperfetto Passato remoto Presente Scrivo Immagina di essere sul divano di casa tua e che a un certo punto il divano inizi a volare ed esca dalla finestra. Racconta in un breve testo ciò che vedi e le emozioni che provi. Comprendo Informazioni implicite In questo racconto c’è una sequenza descrittiva in cui viene descritto l’aspetto del tappeto. Trovala e sottolineala in rosso. Rappresenta il tappeto sul tuo quaderno con un disegno colorato. Secondo te, il tappeto si decide a volare in aria perché: non è più stanco. è colpito dalle parole di Ruby. vuole uscire dalla soffitta.
Cose dell'altro mondo narrativo fantastico Un tappeto molto speciale Jodie Brownlee, Ruby e il tappeto magico, Piemme Junior Nel giorno del suo compleanno, Ruby riceve una lettera dalla nonna, esperta viaggiatrice, e scopre così che in soffitta c’è qualcosa che la trasporterà molto lontano… Di colpo, si udì un fruscio in soffitta. La ragazza si irrigidì e si voltò lentamente. Sospeso in aria proprio dietro di lei, quasi volesse sbirciare alle sue spalle, c’era… il tappeto persiano. Ruby soffocò un grido e il tappeto si ritrasse, ricadendo sul pavimento e sollevando una nube di polvere. Ruby non si mosse e il tappeto rimase sul pavimento, perfettamente immobile, come se non si fosse mai spostato di lì. Come tutti gli altri oggetti nella stanza, aveva un’aria antica: la trama aveva un disegno simmetrico di rami arricciati, fiori, frutti e foglie, intorno a un complesso motivo circolare. Per quanto liso e sbiadito, conservava ancora un che di regale che colpiva l’occhio di chi lo guardava. Sembrava emanare una delicata luce rosa e il resto della stanza, in confronto, appariva scialbo. Ruby gli si inginocchiò accanto. Un tappeto magico! Ecco il regalo di compleanno di cui le parlava sua nonna nella lettera. - Ciao, io sono Ruby - disse, sentendosi subito un po’ sciocca all’idea di parlare con un tappeto. Si alzò e gli girò intorno intimorita, chiedendosi come avrebbe reagito. Ma il tappeto non reagì. Ruby si fermò, le mani sui fianchi. Gli diede un colpetto con un piede: il tappeto rimase immobile. Allora allungò un braccio e lo toccò con un dito. Niente. Lo afferrò per un angolo, lo agitò su e giù e lo lasciò cadere. Ancora niente. - Per essere un tappeto magico, non sembri poi così magico - concluse. Il tappeto si lanciò in aria con un tale impeto da farla cadere a terra. Quindi, con una scrollatina di sfida, si posò di nuovo sul pavimento e cominciò a battere le frange sulle assi di legno. Ruby sentì il cigolio del letto al piano di sotto: sua madre si stava alzando. - Shhh! - sibilò, saltando sul tappeto per farlo tacere. Quello si mise a tremare sotto i suoi piedi. Ruby si accovacciò sorpresa, mentre il tappeto si sollevava lentamente da terra salendo sempre più in alto, fino a farle sbattere la testa contro il soffitto. Da quella posizione, la ragazza riusciva a vedere fuori dalla finestra la signora Pinkus che innaffiava le rose. Si appiattì trattenendo il fiato, chiedendosi come avrebbe fatto a sgat­taiolare di nuovo a letto. Arretrò in fondo al tappeto, tenendosi aggrappata ai bordi. Calando una gamba, cercò il pavimento con le dita dei piedi, ma non riuscì a raggiungerlo. Sbirciò dal bordo. Come sospettava, era ancora troppo in alto: se fosse saltata giù, sua madre avrebbe sicuramente sentito il tonfo. Senza alcun preavviso, il tappeto fece un bel balzo in avanti e Ruby si aggrappò più forte. Il tappeto fece un altro scatto e uscì rapido dalla finestra. La ragazza strinse i denti e chiuse gli occhi. L’aria fresca del mattino le sferzò il viso mentre scendeva giù in picchiata verso il giardino della signora Pinkus, che nel frattempo si era chinata su una pianta di rose per ispezionarne attentamente le foglie. Poi si raddrizzò e il tappeto scartò verso l’alto, muovendosi su e giù come un cavallo imbizzarrito. La signora Pinkus rientrò in casa, ignara della scena che si stava svolgendo proprio al di sopra della sua testa. Rifletto sulla lingua  Qual è il tempo verbale con cui vengono raccontati i fatti in questo testo?   Imperfetto   Passato remoto   Presente  Qual è il tempo con cui viene descritto il tappeto?   Imperfetto   Passato remoto   Presente Scrivo  Immagina di essere sul divano di casa tua e che a un certo punto il divano inizi a volare ed esca dalla finestra. Racconta in un breve testo ciò che vedi e le emozioni che provi. Comprendo Informazioni implicite  In questo racconto c’è una sequenza descrittiva in cui viene descritto l’aspetto del tappeto. Trovala e sottolineala in rosso.   Rappresenta il tappeto sul tuo quaderno con un disegno colorato.  Secondo te, il tappeto si decide a volare in aria perché:   non è più stanco.   è colpito dalle parole di Ruby.   vuole uscire dalla soffitta.