Facciamo il punto - Comprensione

Cose dell'altro mondo facciamo il punto sulla comprensione I piedi con gli occhiali Roberto Piumini, Il giovane che entrava nel palazzo, Nuove Edizioni Romane 1 C’era un uomo tanto miope che non vedeva nemmeno dove metteva 2 i piedi, ma per paura di sembrare brutto non voleva portare 3 gli occhiali. 4 Così, al mattino, invece di mettere i piedi nelle scarpe, li infilava 5 spesso uno in un vaso di fiori e l’altro in una borsa, oppure uno 6 nel portaombrelli e l’altro in una scatola di cioccolatini, ed usciva 7 a camminare per la città. 8 Spesso, invece di salire una scala, la scendeva, o invece di dare 9 calci al pallone li dava alle O della pubblicità sui muri. 10 I due piedi erano stanchi di quelle botte e di quella confusione 11 e una mattina, prima che ricominciassero le disgrazie, dissero 12 all’uomo: – Senti, lassù, a noi non importa che miope come sei 13 tu non voglia mettere gli occhiali per non sembrare brutto: se 14 vuoi restare al buio, padronissimo. Ma noi siamo stanchi di sbattere 15 contro le cose, di girare di qua e di là come topi scemi e di 16 non saper mai con precisione dove siamo e dove andiamo e come 17 comportarci. Dunque, per cortesia, procuraci due paia di occhiali, 18 se non vuoi che facciamo sciopero permanente e ti teniamo qui a 19 letto per tutta la vita. 20 L’uomo ci pensò, e dovette ammettere che per essere fatto dai 21 piedi il ragionamento non era tutto sbagliato. Andò allora, dopo 22 molti giri complicati, nel negozio di un oculista per comperare gli 23 occhiali ai suoi piedi. 24 Ci volle parecchio tempo, e non perché l’oculista non avesse occhiali 25 per piedi, ma perché i due piedi avevano gusti diversi. 26 Quando finalmente uscirono dal negozio il piede destro portava 27 un paio di pesanti e scuri occhiali da cacciatore di leoni, e il piede 28 sinistro occhiali chiari e leggeri da studente. Ricavare informazioni esplicite 1 Chi sono i personaggi della storia? 2 Quando si svolge la storia? In un tempo definito del passato In un tempo non definito In un tempo definito del futuro 3 Dove si svolge la storia? In vari luoghi definiti In un luogo indefinito In uno spazio immaginario Riconoscere relazioni causali 4 L’uomo non vuole portare gli occhiali perché: pensa che gli occhiali non gli stiano bene. pensa di vederci bene lo stesso. pensa che gli occhiali non servano a nulla. 5 I piedi vogliono un paio di occhiali perché: vogliono essere alla moda. vogliono evitare incidenti vari. vogliono far ridere la gente. 6 L’uomo si decide a portare i piedi dall’oculista perché: è un tipo sportivo e non gli piace stare fermo a letto. così i piedi sono contenti e lui ha risolto tutti i suoi problemi. è una persona stravagante e gli piace far stupire la gente per strada. Comprendere parole ed espressioni 7 Rileggi la frase sottolineata. Comunemente si usa l’espressione “un ragionamento fatto con i piedi”. Quale tipo di ragionamento indica? Un ragionamento fatto correndo. Un ragionamento poco chiaro e illogico. Un ragionamento fatto con attenzione.
Cose dell'altro mondo facciamo il punto sulla comprensione I piedi con gli occhiali Roberto Piumini, Il giovane che entrava nel palazzo, Nuove Edizioni Romane 1 C’era un uomo tanto miope che non vedeva nemmeno dove metteva 2 i piedi, ma per paura di sembrare brutto non voleva portare 3 gli occhiali. 4 Così, al mattino, invece di mettere i piedi nelle scarpe, li infilava 5 spesso uno in un vaso di fiori e l’altro in una borsa, oppure uno 6 nel portaombrelli e l’altro in una scatola di cioccolatini, ed usciva 7 a camminare per la città. 8 Spesso, invece di salire una scala, la scendeva, o invece di dare 9 calci al pallone li dava alle O della pubblicità sui muri. 10 I due piedi erano stanchi di quelle botte e di quella confusione 11 e una mattina, prima che ricominciassero le disgrazie, dissero 12 all’uomo: – Senti, lassù, a noi non importa che miope come sei 13 tu non voglia mettere gli occhiali per non sembrare brutto: se 14 vuoi restare al buio, padronissimo. Ma noi siamo stanchi di sbattere 15 contro le cose, di girare di qua e di là come topi scemi e di 16 non saper mai con precisione dove siamo e dove andiamo e come 17 comportarci. Dunque, per cortesia, procuraci due paia di occhiali, 18 se non vuoi che facciamo sciopero permanente e ti teniamo qui a 19 letto per tutta la vita. 20 L’uomo ci pensò, e dovette ammettere che per essere fatto dai 21 piedi il ragionamento non era tutto sbagliato. Andò allora, dopo 22 molti giri complicati, nel negozio di un oculista per comperare gli 23 occhiali ai suoi piedi. 24 Ci volle parecchio tempo, e non perché l’oculista non avesse occhiali 25 per piedi, ma perché i due piedi avevano gusti diversi. 26 Quando finalmente uscirono dal negozio il piede destro portava 27 un paio di pesanti e scuri occhiali da cacciatore di leoni, e il piede 28 sinistro occhiali chiari e leggeri da studente. Ricavare informazioni esplicite 1 Chi sono i personaggi della storia?     2 Quando si svolge la storia?   In un tempo definito del passato   In un tempo non definito   In un tempo definito del futuro 3 Dove si svolge la storia?   In vari luoghi definiti   In un luogo indefinito   In uno spazio immaginario Riconoscere relazioni causali 4 L’uomo non vuole portare gli occhiali perché:   pensa che gli occhiali non gli stiano bene.   pensa di vederci bene lo stesso.   pensa che gli occhiali non servano a nulla. 5 I piedi vogliono un paio di occhiali perché:   vogliono essere alla moda.   vogliono evitare incidenti vari.   vogliono far ridere la gente. 6 L’uomo si decide a portare i piedi dall’oculista perché:   è un tipo sportivo e non gli piace stare fermo a letto.   così i piedi sono contenti e lui ha risolto tutti i suoi problemi.   è una persona stravagante e gli piace far stupire la gente per strada. Comprendere parole ed espressioni 7 Rileggi la frase sottolineata. Comunemente si usa l’espressione “un ragionamento fatto con i piedi”. Quale tipo di ragionamento indica?   Un ragionamento fatto correndo.   Un ragionamento poco chiaro e illogico.   Un ragionamento fatto con attenzione.