Una corsa sui pattini

NARRATIVO REALISTICO Uguali e diversi Una corsa sui pattini Silvana Gandolfi, La scimmia nella biglia, Salani Comprendo Informazioni esplicite Nel testo ci sono tre parti diverse. Distinguile e colora la barra con i colori indicati. La descrizione di Alex La corsa insieme La caduta e la reazione dei due personaggi Rileggi la parte descrittiva in cui viene presentato Alex. Questa parte descrive: l aspetto fisico di Alex e i suoi hobby preferiti. l aspetto fisico di Alex e la sua gentilezza. l aspetto fisico di Alex e come si trasforma quando pattina. 14 Quel pomeriggio sulla pista di pattinaggio c erano pochi bambini. Vidi subito Alex: era così diverso da tutti! Dieci anni, alto come me, una massa di capelli neri spioventi sugli occhi verdi, agile e temerario. Lo osservavo di nascosto. Frequentava la mia stessa scuola, un anno avanti a me. Per Alex pattinare significava correre. Quando correva così concentrato, i suoi occhi si strizzavano e gli veniva una faccia feroce. Non cadeva mai. Era il vento. Con una frenata netta, Alex si fermò davanti alla nostra panca. Vuoi che facciamo un giro insieme? mi chiese inaspettatamente. Un tremito mi percorse: un giro con lui a quella velocità? Con uno scatto di disperata gioia segreta mi alzai in piedi. Non capitava tutti i giorni che Alex mi proponesse un giro con lui. Gli occhi sbarrati, lacrimosi per il freddo; sentivo l aria tagliarmi il respiro. Non vedevo praticamente niente, tutto sfrecciava via a velocità pazzesca. Ma c era quella mano di Alex, che mi serrava il braccio impedendomi di rallentare. Per un po cercai di godermi la situazione: stavo pattinando con Alex! Ma sapevo che sarebbe durata poco... Fu alla seconda curva: credo di aver incrociato i pattini. Mi ritrovai per terra, con le palme delle mani brucianti. Fatta male? No visto che non mi porgeva la mano mi rialzai da sola. Non è nulla. Le lacrime mi tradivano, ma che potevo farci? da scemi montare con un pattino sull altro. Annaspai verso la panca, senza rispondergli. Andiamo a casa? chiesi alla mamma. Alex aveva ripreso a ripercorrere la pista veloce come il vento, dimentico di me, incurante delle prime gocce di pioggia.

Una corsa sui pattini