Ritratto della mia bambina

Ritratto della mia bambina POETICO Uguali e diversi Umberto Saba, Il canzoniere, Einaudi La mia bambina con la palla in mano, con gli occhi grandi colore del cielo e dell estiva vesticciola: Babbo mi disse voglio uscire oggi con te . Ed io pensavo: Di tante parvenze che s ammirano al mondo, io ben so a quali posso la mia bambina assomigliare. Certo alla schiuma, alla marina schiuma che sull onde biancheggia, a quella scia ch esce azzurra dai tetti e il vento sperde; anche alle nubi, insensibili nubi che si fanno e disfanno in chiaro cielo; e ad altre cose leggere e vaganti. STRATEGIE! S Spesso nelle poesie ci sono parole insolite. I poeti p le usano per evocare nel lettore immagini, sensazioni e sentimenti. Se non conosci il significato di alcune parole, aiutati con il contesto rileggendo più volte. Lessico Ritrova queste parole insolite presenti nel testo e rispondi. La vesticciola è ........................................................ ..................................................................................... Invece di sperde potresti dire ................................. ..................................................................................... In questa poesia, assomigliare significa: essere simile. paragonare. Vagante si riferisce a qualcosa che: sta fermo. non sta fermo. 15

Ritratto della mia bambina