Per filo e per sogno - Letture 5 Sfoglialibro

aveva la più pallida idea di come fare. Era lì, nel bel mezzo della stazione ferroviaria, con un baule che a stento riusciva a sollevare, le tasche piene dei soldi dei maghi e una grossa civetta. Si chiese se fosse il caso di tirare fuori la bacchetta magica e cominciare a colpire la macchinetta dei biglietti tra i binari nove e dieci. In quel momento, proprio dietro di lui, passò un gruppo di persone: una signora grassottella, che si rivolgeva a quattro ragazzi dai capelli rosso fiamma. Ciascuno spingeva un baule come quello di Harry e aveva anche una civetta. Allora, binario numero? chiese la donna Nove e tre quarti! disse con voce stridula una ragazzina. Harry si rivolse alla donna: Mi scusi. Salve, ragazzo gli disse lei. la prima volta che vai a Hogwarts? Sì disse Harry. Il fatto è il fatto è che non so come Come raggiungere il binario? chiese la donna gentilmente, e Harry annuì. Non ti preoccupare disse lei. Devi soltanto camminare dritto in direzione della barriera tra i binari nove e dieci. Non ti fermare e non avere paura di andare a sbatterci contro. Se sei nervoso, meglio andare a passo di corsa. Ehm Va bene disse Harry. Guardò la barriera. Aveva un aspetto molto resistente. Cominciò a camminare in quella direzione. La gente lo urtava dirigendosi verso i binari nove e dieci. Harry affrettò il passo. Spiccò una corsa la barriera si avvicinava sempre di più ecco, non sarebbe più riuscito a fermarsi era a un passo chiuse gli occhi, pronto all urto Ma l urto non venne lui continuò a correre aprì gli occhi. Una locomotiva a vapore scarlatta era ferma lungo un binario gremito di gente. Un cartello alla testa del treno diceva: Espresso per Hogwarts, ore 11. Harry si guardò intorno e vide un arco in ferro battuto, con su scritto Binario Nove e Tre Quarti. Ce l aveva fatta. 87
Per filo e per sogno - Letture 5 Sfoglialibro