Omonimi e parole polisemiche

Lessico Omonimi e parole polisemiche Osservo Leggi i testi e poi rispondi. Ieri sera ho riso molto. La mamma per sbaglio ha messo nel riso lo zucchero invece del sale e il papà, quando lo ha assaggiato, ha fatto una smorfia buffissima. • Le parole evidenziate in rosso nel testo hanno la stessa forma? Sì No • Hanno lo stesso significato? Sì No Il mio pappagallo è davvero splendido con le sue penne variopinte. Userò le mie penne colorate per disegnarlo sul quaderno. • Nella frase compare due volte la parola penne. Ha sempre lo stesso significato? Sì No • I due significati hanno qualcosa in comune? Sì No • Cerca la parola “penna” nel dizionario. Scopro Ci sono parole che sono uguali nella forma, ma hanno significati del tutto diversi e spesso anche funzioni grammaticali diverse, come riso che nel primo caso è un verbo e nel secondo caso un nome. Queste parole si chiamano omonimi. Altre parole hanno più significati che hanno però qualcosa in comune: penna indica ciò che ricopre il corpo degli uccelli, ma anche uno strumento per scrivere. Queste parole si chiamano parole polisemiche. Mi esercito 1 Completa le coppie di frasi. Scegli gli omonimi giusti fra quelli che ti diamo, poi scrivi se si tratta di un nome (N), di un aggettivo (A) o di un verbo (V). sale abito lenti N Gabriele porta le lenti a contatto. Siete sempre così a camminare! Il vapore acqueo verso l’alto. Hai messo il nella pasta? Io a Bologna. La mamma si è messa l’ nero. 2 Completa ogni coppia di frasi con la stessa parola polisemica, poi cercala nel dizionario. • Ho scritto una lettera alla mia amica Carla. Dopo il punto devi scrivere la maiuscola. • Per dire no basta scuotere il Il preside è il della scuola. • Si è bucata una della mia automobile. Ieri, in classe, ho prestato la mia a Paolo. Altri esercizi a p. 20 ▶
Lessico Omonimi e parole polisemiche Osservo  Leggi i testi e poi rispondi. Ieri sera ho riso molto. La mamma per sbaglio ha messo nel riso lo zucchero invece del sale e il papà, quando lo ha assaggiato, ha fatto una smorfia buffissima. •  Le parole evidenziate in rosso nel testo hanno la stessa forma?   Sì    No •  Hanno lo stesso significato?   Sì    No Il mio pappagallo è davvero splendido con le sue penne variopinte. Userò le mie penne colorate per disegnarlo sul quaderno. •  Nella frase compare due volte la parola penne. Ha sempre lo stesso significato?   Sì    No •  I due significati hanno qualcosa in comune?   Sì    No •  Cerca la parola “penna” nel dizionario. Scopro  Ci sono parole che sono uguali nella forma, ma hanno significati del tutto diversi e spesso anche funzioni grammaticali diverse, come riso che nel primo caso è un verbo e nel secondo caso un nome. Queste parole si chiamano omonimi.  Altre parole hanno più significati che hanno però qualcosa in comune: penna indica ciò che ricopre il corpo degli uccelli, ma anche uno strumento per scrivere. Queste parole si chiamano parole polisemiche. Mi esercito 1  Completa le coppie di frasi. Scegli gli omonimi giusti fra quelli che ti diamo, poi scrivi se si tratta di un nome (N), di un aggettivo (A) o di un verbo (V). sale   abito   lenti  N Gabriele porta le lenti a contatto.   Siete sempre così   a camminare!   Il vapore acqueo   verso l’alto.   Hai messo il   nella pasta?   Io   a Bologna.   La mamma si è messa l’  nero. 2   Completa ogni coppia di frasi con la stessa parola polisemica, poi cercala nel dizionario. • Ho scritto una lettera alla mia amica Carla. Dopo il punto devi scrivere la   maiuscola. • Per dire no basta scuotere il   Il preside è il   della scuola. • Si è bucata una   della mia automobile. Ieri, in classe, ho prestato la mia   a Paolo. Altri esercizi a p. 20 ▶