I suffissi che formano parole alterate

La formazione delle parole I suffissi che formano parole alterate Osservo Leggi il testo, scrivi sotto a ogni disegno il nome della strega che abita in quella casa, poi rispondi. La strega Marina abita in una casina. La strega Marietta abita in una graziosa casetta. La strega Mariona abita in una casona. La strega Mariaccia abita in una brutta casaccia. • Le parole evidenziate in rosso sono tutti nomi? Sì No • Da quale nome si sono formati? • Quali suffissi sono stati usati? -ina, Scopro Casina, casetta, casona, casaccia sono nomi alterati. I nomi alterati si formano da altri nomi con l’aggiunta di un suffisso che fa capire alcune caratteristiche di un oggetto, di una persona o di un animale: se è grande o piccolo, se mi piace o non mi piace. Diminutivi: librino, bottiglietta, paesello. Accrescitivi: pancione, manona. Vezzeggiativi: boccuccia, casetta, figliolo, cucciolotto. Dispregiativi: scarpaccia, gattaccio, poetastro. Attenzione: la divisione nei quattro gruppi non è sempre netta perché spesso dipende dalla parola di partenza e dal contesto. Calduccio è vezzeggiativo ma vestituccio è dispregiativo, mammina è un vezzeggiativo perché non indica una piccola mamma. Mi esercito 1 Scrivi i nomi alterati corrispondenti alle definizioni. un ragazzo grande ragazzone una bocca graziosa un cavallo piccolo un piede grande 2 Colora solo i cartellini dei nomi che non sono alterati. vasetto bottone burrone manina mattina focaccia tempaccio tacchino visetto
La formazione delle parole I suffissi che formano parole alterate Osservo  Leggi il testo, scrivi sotto a ogni disegno il nome della strega che abita in quella casa, poi rispondi. La strega Marina abita in una casina. La strega Marietta abita in una graziosa casetta. La strega Mariona abita in una casona. La strega Mariaccia abita in una brutta casaccia.         • Le parole evidenziate in rosso sono tutti nomi?   Sì    No • Da quale nome si sono formati?    • Quali suffissi sono stati usati? -ina, Scopro Casina, casetta, casona, casaccia sono nomi alterati. I nomi alterati si formano da altri nomi con l’aggiunta di un suffisso che fa capire alcune caratteristiche di un oggetto, di una persona o di un animale: se è grande o piccolo, se mi piace o non mi piace.  Diminutivi: librino, bottiglietta, paesello.  Accrescitivi: pancione, manona.  Vezzeggiativi: boccuccia, casetta, figliolo, cucciolotto.  Dispregiativi: scarpaccia, gattaccio, poetastro. Attenzione: la divisione nei quattro gruppi non è sempre netta perché spesso dipende dalla parola di partenza e dal contesto. Calduccio è vezzeggiativo ma vestituccio è dispregiativo, mammina è un vezzeggiativo perché non indica una piccola mamma. Mi esercito 1  Scrivi i nomi alterati corrispondenti alle definizioni. un ragazzo grande  ragazzone una bocca graziosa    un cavallo piccolo   un piede grande   2   Colora solo i cartellini dei nomi che non sono alterati. vasetto bottone burrone manina mattina focaccia tempaccio tacchino visetto