Consolidamento

Ortografia Esercizi Consolidamento L’ortografia (pp. 22-23) 1 Scrivi una frase per ciascuna di queste parole: • camicie • camice • compagna • compagnia 2 Indica con una X la forma corretta. aqquitrino acquitrino stazione stazzione bell’uomo bel uomo coscienza coscenza Bologna Bolognia cuartiere quartiere carabiniere carabignere un’ambiente un ambiente scienziat scenziato rusciello ruscello disgrazzia disgrazia Elisione e troncamento (pp. 24-25) 3 Indica la frase scritta correttamente. Qual’è la capitale d’Italia? Qualè la capitale d’Italia? Qual è la capitale d’Italia? Qual e la capitale di Italia? 4 In ogni frase c’è almeno una parola dalla quale puoi eliminare la vocale finale. Toglila e riscrivi la parola con l’apostrofo quando serve. • Il professore Danielli è molto bravo. professor • L’ingegnere Marchi ha costruito in due anni la nuova scuola. • La nostra è una amicizia molto lunga e quindi preziosa. • Il dottore Carucci ci ha fatto un bel regalo per Natale. • Il signore Giulio e il professore Amedei sono già qui. • Emilia è tornata dalla America con molte novità. Un passo in più 5 Inserisci un/un’, buon/buon’, nessun/nessun’, alcun/alcun’. • Un amico non ti nega aiuto se sei in difficoltà. • altro deve farlo al posto tuo! • Un giorno, di ora, Marco andò a fare colazione al bar. • Non è stato commesso errore. • altra persona può entrare in sala, i posti a sedere sono tutti occupati. • Ci ho pensato tanto, ma non mi è venuta idea. • Il detective non aveva indizio per scoprire l’autore del furto. • Questa storia non ha senso. • Non ti credo, stai raccontando altra bugia. La divisione in sillabe (p. 26) 6 Per ogni sillaba, trova una parola che la contenga all’inizio, al centro e alla fine. Segui l’esempio. • stra strada, maestrale, maldestra • fa • cia • sto • gno • sche 7 Per spezzare una parola per andare a capo, devi considerare la divisione in sillabe. Per ogni parola, indica almeno due punti in cui potresti spezzarla. Segui l’esempio. • pasticcio pa/sticcio - pastic/cio • cocomero • pantofole • panettone • chimica • moscerino • ruscello • scomparire • bollente L’accento sui monosillabi (p. 27) 8 Scrivi sul quaderno una frase per ogni coppia di parole. su - quassù re - viceré tre - trentatré blu - Barbablù su - lassù 9 Metti l’accento dove manca. • Ci sono Paesi che hanno oltre due milioni di analfabeti, cioe persone che non sanno ne leggere ne scrivere. Me ne hanno parlato a scuola. • Se dorme fuori casa, Lia porta sempre con se il suo peluche preferito. Quando smettera di farlo? • Cerchi i tuoi guanti blu? Non li trovi piu? Sono proprio li, dietro il divano. • Quando la mamma gli ha detto: “Si, ti compro il pallone nuovo”, Marco si è messo a saltare dalla felicita! Ora e in cortile e corre qua e la dietro al pallone con gli amici. • Vorremmo invitare te e Barbara a bere il te da noi, perche dopo la fine della scuola non abbiamo piu avuto modo di chiacchierare insieme. • L’attaccante da un forte calcio al pallone e fa rete. Tutti i tifosi esultano: sanno che la partita e gia vinta. 10 Completa le frasi con le parole o le espressioni adatte scegliendole tra quelle date. da - dà - da’ Greta non notizie di sé più di una settimana. retta a me, avvisa la polizia! ce - c’è Se non più nulla da fare, ne andiamo. me - m’è sembrata strana la tua risposta! Non ti eri mai comportato così con . te - tè - t’è piaciuta la mia nuova bicicletta? Se vuoi la presto dopo che avremo preso il . ne - né - n’è Non ho più biscotti al latte al cacao, ho molti al limone e ce uno al miele. Ricorda! Le parole composte che contengono un monosillabo si scrivono con l’accento. L’uso dell’H (p. 28) 11 Scrivi la frase a tutte le persone. • Io l’ho fatto • tu • lui • noi l’abbiamo fatto • voi • loro • Io gliel’ho detto • tu gliel’hai detto • lui • noi • voi • essi 12 Coniuga i verbi al passato prossimo. • Ai campionati mondiali i nuotatori italiani (stabilire) dei nuovi record. • Giulia (chiamare) Teresa per chiederle scusa. • Io non (sentire) alcun rumore. • Dopo la frana i cervi (avere) paura e sono scappati. • (Comprare) tu il pane e il latte? • Io (prendere) un panino, mentre Leo (mangiare) due pizzette. 13 Sottolinea la forma corretta. • Ah / Ha, adesso ho capito! • Dopo l’allenamento Marcus esclamò: “Ahi / Hai, il dolore è tornato!”. • Quando sei partita, oh / ho sentito tanto la tua mancanza. • Ah / Ha, che bontà questo dolce! • Dopo l’allenamento hai / ahi avuto dolore ai muscoli? L’uso delle maiuscole (p. 29) 14 Per ogni nome comune, scrivi un nome proprio. • amico • insegnante • cane • gatto • bevanda • gioco in scatola • festività • fiume • lago • mare • monte • città • via • piazza • nazione Un passo in più 15 Nella lingua di un extraterrestre le parole sono diverse, ma seguono le stesse regole d’ortografia dell’italiano. Rifletti e scegli fra ogni coppia di frasi quelle in cui le parole evidenziate sono scritte in modo corretto. I favoli anno durmigato montemente. I favoli hanno durmigato montemente. Cera un pricolino in un ovietto richino. C’era un pricolino in un ovietto richino. Se brolesse, gringerei un tobrillo. Sé brolesse, gringerei un tobrillo. Hai, che bego brulo! Ahi, che bego brulo! Un ogigo babava dilendo. Un’ogigo babava dilendo.
Ortografia Esercizi Consolidamento L’ortografia (pp. 22-23) 1  Scrivi una frase per ciascuna di queste parole: • camicie   • camice   • compagna   • compagnia   2  Indica con una X la forma corretta.   aqquitrino   acquitrino   stazione   stazzione   bell’uomo   bel uomo   coscienza   coscenza   Bologna   Bolognia   cuartiere   quartiere   carabiniere   carabignere   un’ambiente   un ambiente   scienziat   scenziato   rusciello   ruscello   disgrazzia   disgrazia Elisione e troncamento (pp. 24-25) 3  Indica la frase scritta correttamente.   Qual’è la capitale d’Italia?   Qualè la capitale d’Italia?   Qual è la capitale d’Italia?   Qual e la capitale di Italia? 4  In ogni frase c’è almeno una parola dalla quale puoi eliminare la vocale finale. Toglila e riscrivi la parola con l’apostrofo quando serve. • Il professore Danielli è molto bravo. professor • L’ingegnere Marchi ha costruito in due anni la nuova scuola.   • La nostra è una amicizia molto lunga e quindi preziosa.   • Il dottore Carucci ci ha fatto un bel regalo per Natale.   • Il signore Giulio e il professore Amedei sono già qui.   • Emilia è tornata dalla America con molte novità.     Un passo in più 5   Inserisci un/un’, buon/buon’, nessun/nessun’, alcun/alcun’. • Un   amico non ti nega   aiuto se sei in difficoltà. •   altro deve farlo al posto tuo! • Un giorno, di   ora, Marco andò a fare colazione al bar. • Non è stato commesso   errore. •   altra persona può entrare in sala, i posti a sedere sono tutti occupati. • Ci ho pensato tanto, ma non mi è venuta   idea. • Il detective non aveva   indizio per scoprire l’autore del furto. • Questa storia non ha   senso. • Non ti credo, stai raccontando   altra bugia. La divisione in sillabe (p. 26) 6  Per ogni sillaba, trova una parola che la contenga all’inizio, al centro e alla fine. Segui l’esempio. •  stra strada, maestrale, maldestra •  fa   •  cia   •  sto   •  gno   •  sche   7  Per spezzare una parola per andare a capo, devi considerare la divisione in sillabe. Per ogni parola, indica almeno due punti in cui potresti spezzarla. Segui l’esempio. •  pasticcio pa/sticcio - pastic/cio •  cocomero   •  pantofole   •  panettone   •  chimica   •  moscerino   •  ruscello   •  scomparire   •  bollente   L’accento sui monosillabi (p. 27) 8  Scrivi sul quaderno una frase per ogni coppia di parole. su - quassù   re - viceré   tre - trentatré   blu - Barbablù   su - lassù 9  Metti l’accento dove manca. •  Ci sono Paesi che hanno oltre due milioni di analfabeti, cioe persone che non sanno ne leggere ne scrivere. Me ne hanno parlato a scuola. •  Se dorme fuori casa, Lia porta sempre con se il suo peluche preferito. Quando smettera di farlo? •  Cerchi i tuoi guanti blu? Non li trovi piu? Sono proprio li, dietro il divano. •  Quando la mamma gli ha detto: “Si, ti compro il pallone nuovo”, Marco si è messo a saltare dalla felicita! Ora e in cortile e corre qua e la dietro al pallone con gli amici. •  Vorremmo invitare te e Barbara a bere il te da noi, perche dopo la fine della scuola non abbiamo piu avuto modo di chiacchierare insieme. •  L’attaccante da un forte calcio al pallone e fa rete. Tutti i tifosi esultano: sanno che la partita e gia vinta. 10  Completa le frasi con le parole o le espressioni adatte scegliendole tra quelle date. da - dà - da’ Greta non   notizie di sé   più di una settimana.   retta a me, avvisa la polizia! ce - c’è Se non   più nulla da fare,   ne andiamo. me - m’è   sembrata strana la tua risposta! Non ti eri mai comportato così con   . te - tè - t’è   piaciuta la mia nuova bicicletta? Se vuoi   la presto dopo che avremo preso il   . ne - né - n’è Non ho più biscotti   al latte   al cacao,   ho molti al limone e ce   uno al miele. Ricorda! Le parole composte che contengono un monosillabo si scrivono con l’accento. L’uso dell’H (p. 28) 11  Scrivi la frase a tutte le persone. • Io l’ho fatto • tu   • lui   • noi l’abbiamo fatto • voi   • loro   • Io gliel’ho detto • tu gliel’hai detto • lui   • noi   • voi   • essi   12  Coniuga i verbi al passato prossimo. • Ai campionati mondiali i nuotatori italiani (stabilire)   dei nuovi record. • Giulia (chiamare)   Teresa per chiederle scusa. • Io non (sentire)   alcun rumore. • Dopo la frana i cervi (avere)   paura e sono scappati. • (Comprare)   tu il pane e il latte? • Io (prendere)   un panino, mentre Leo (mangiare)   due pizzette. 13  Sottolinea la forma corretta. • Ah / Ha, adesso ho capito! • Dopo l’allenamento Marcus esclamò: “Ahi / Hai, il dolore è tornato!”. • Quando sei partita, oh / ho sentito tanto la tua mancanza. • Ah / Ha, che bontà questo dolce! • Dopo l’allenamento hai / ahi avuto dolore ai muscoli? L’uso delle maiuscole (p. 29) 14  Per ogni nome comune, scrivi un nome proprio. • amico   • insegnante   • cane   • gatto   • bevanda   • gioco in scatola   • festività   • fiume   • lago   • mare   • monte   • città   • via   • piazza   • nazione     Un passo in più 15   Nella lingua di un extraterrestre le parole sono diverse, ma seguono le stesse regole d’ortografia dell’italiano. Rifletti e scegli fra ogni coppia di frasi quelle in cui le parole evidenziate sono scritte in modo corretto.   I favoli anno durmigato montemente.   I favoli hanno durmigato montemente.   Cera un pricolino in un ovietto richino.   C’era un pricolino in un ovietto richino.   Se brolesse, gringerei un tobrillo.   Sé brolesse, gringerei un tobrillo.   Hai, che bego brulo!   Ahi, che bego brulo!   Un ogigo babava dilendo.   Un’ogigo babava dilendo.