Una questione di tono

Lessico Una questione di tono Osservo Leggi e confronta queste due frasi, poi rispondi. 1. Paolo è testardo e si arrabbia facilmente con i compagni. 2. Paolo è caparbio e si adira facilmente con i coetanei. • Queste due frasi esprimono lo stesso messaggio? Sì No • Quale frase potrebbe essere detta da una maestra durante un colloquio con i genitori? La frase 1 La frase 2 • Quale frase potrebbe essere detta da un bambino che sta parlando con la mamma? La frase 1 La frase 2 Scopro Caparbio e testardo, si adira e si arrabbia, coetanei e compagni sono sinonimi. Ma non tutti i sinonimi sono fra loro perfettamente intercambiabili. Spesso hanno sfumature di significato un po’ differenti oppure sono adatti a situazioni diverse. Per parlare e scrivere bene è molto importante scegliere le parole adatte al contesto. Ci sono infatti parole di tono (registro) più familiare (informale), che si usano comunemente parlando, e altre di tono più ricercato (formale), che si usano soprattutto nello scritto, quando vogliamo essere più eleganti o più precisi e magari ci rivolgiamo a persone con le quali non abbiamo confidenza. Mi esercito 1 In queste coppie di sinonimi in riga scrivi I per indicare quello di tono più informale e familiare, F per indicare invece quello di tono più formale e ricercato. gota guancia vano inutile criticare biasimare esile magro ricordare rammentare carino aggraziato fievole debole frastuono chiasso grande vasto 2 Riscrivi le frasi sul quaderno. Sostituisci le parole e le espressioni sottolineate con sinonimi di tono più familiare. Aiutati con il dizionario. • Gli invitati giunsero in anticipo al banchetto nuziale. • È consuetudine di Loris dormire con un guanciale soffice. • Questa minestra è insipida... - bofonchiava il nonno. • Era un bambino gracile, con un volto diafano. • Una signora dalla chioma candida si accostò al cancello. Altri esercizi a p. 12 ▶
Lessico Una questione di tono Osservo  Leggi e confronta queste due frasi, poi rispondi. 1. Paolo è testardo e si arrabbia facilmente con i compagni. 2. Paolo è caparbio e si adira facilmente con i coetanei. •  Queste due frasi esprimono lo stesso messaggio?   Sì    No •  Quale frase potrebbe essere detta da una maestra durante un colloquio con i genitori?   La frase 1   La frase 2 •  Quale frase potrebbe essere detta da un bambino che sta parlando con la mamma?   La frase 1   La frase 2 Scopro Caparbio e testardo, si adira e si arrabbia, coetanei e compagni sono sinonimi. Ma non tutti i sinonimi sono fra loro perfettamente intercambiabili. Spesso hanno sfumature di significato un po’ differenti oppure sono adatti a situazioni diverse. Per parlare e scrivere bene è molto importante scegliere le parole adatte al contesto. Ci sono infatti parole di tono (registro) più familiare (informale), che si usano comunemente parlando, e altre di tono più ricercato (formale), che si usano soprattutto nello scritto, quando vogliamo essere più eleganti o più precisi e magari ci rivolgiamo a persone con le quali non abbiamo confidenza. Mi esercito 1  In queste coppie di sinonimi in riga scrivi I per indicare quello di tono più informale e familiare, F per indicare invece quello di tono più formale e ricercato.   gota    guancia   vano    inutile   criticare    biasimare   esile    magro   ricordare    rammentare   carino    aggraziato   fievole    debole   frastuono    chiasso   grande    vasto 2   Riscrivi le frasi sul quaderno. Sostituisci le parole e le espressioni sottolineate con sinonimi di tono più familiare. Aiutati con il dizionario. • Gli invitati giunsero in anticipo al banchetto nuziale. • È consuetudine di Loris dormire con un guanciale soffice. • Questa minestra è insipida... - bofonchiava il nonno. • Era un bambino gracile, con un volto diafano. • Una signora dalla chioma candida si accostò al cancello. Altri esercizi a p. 12 ▶