L’origine dell’italiano

Storia della lingua L’origine dell’italiano Osservo Queste parole si assomigliano tutte e il loro significato è facilmente riconoscibile. Aggiungi la corrispettiva parola in italiano. Latino Francese Spagnolo Italiano librum livre libro vinum vin vino noctem nuit noche mare mer mar focum feu fuego Scopro Come hai visto nella tabella, certe parole del francese, dello spagnolo e dell’italiano si assomigliano molto. Questo accade perché derivano tutte da una stessa lingua, il latino. All’inizio il latino era una lingua parlata soltanto in un piccolo territorio attorno alla città di Roma. Quando i Romani cominciarono a espandersi, tutti i popoli che assoggettarono conobbero il latino e iniziarono a usarlo. Il latino si mescolò alle lingue che già si parlavano in quelle regioni e anche alle lingue che arrivarono dopo con altri popoli. In alcune zone, come l’Italia, la Spagna, il Portogallo, la Francia e la Romania, la dominazione romana durò più a lungo. Perciò in queste nazioni si formarono delle lingue molto vicine al latino, che furono chiamate neolatine (o lingue romanze). Mi esercito 1 Inserisci al posto giusto queste parole latine che sono rimaste identiche in italiano. bis gratis agenda promemoria album • Le mie fotografie sono raccolte in un . • Ho preso nota dell’appuntamento nella mia . • L’orchestra ha suonato talmente bene, che gli spettatori hanno richiesto un . • Andiamo al museo! Oggi si entra . • Devo fare tante cose. Bisogna che mi scriva un per ricordarmele.
Storia della lingua L’origine dell’italiano Osservo  Queste parole si assomigliano tutte e il loro significato è facilmente riconoscibile. Aggiungi la corrispettiva parola in italiano. Latino Francese Spagnolo Italiano librum livre libro   vinum vin vino   noctem nuit noche   mare mer mar   focum feu fuego   Scopro Come hai visto nella tabella, certe parole del francese, dello spagnolo e dell’italiano si assomigliano molto. Questo accade perché derivano tutte da una stessa lingua, il latino. All’inizio il latino era una lingua parlata soltanto in un piccolo territorio attorno alla città di Roma. Quando i Romani cominciarono a espandersi, tutti i popoli che assoggettarono conobbero il latino e iniziarono a usarlo. Il latino si mescolò alle lingue che già si parlavano in quelle regioni e anche alle lingue che arrivarono dopo con altri popoli. In alcune zone, come l’Italia, la Spagna, il Portogallo, la Francia e la Romania, la dominazione romana durò più a lungo. Perciò in queste nazioni si formarono delle lingue molto vicine al latino, che furono chiamate neolatine (o lingue romanze). Mi esercito 1  Inserisci al posto giusto queste parole latine che sono rimaste identiche in italiano. bis   gratis   agenda   promemoria   album • Le mie fotografie sono raccolte in un   . • Ho preso nota dell’appuntamento nella mia   . • L’orchestra ha suonato talmente bene, che gli spettatori hanno richiesto un   . • Andiamo al museo! Oggi si entra   . • Devo fare tante cose. Bisogna che mi scriva un   per ricordarmele.